SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Genova, sedute del consiglio comunale tradotte in lingua dei segni

Da settembre sperimentazione per un anno. A partire dalla prima plenaria di settembre, palazzo Tursi lancerà per un anno il servizio sperimentale

26 agosto 2019

GENOVA - Le sedute del consiglio comunale di Genova saranno tradotte in lingua italiana dei segni.

A partire dalla prima plenaria di settembre, palazzo Tursi lancerà per un anno il servizio sperimentale dedicato a chi ha difficoltà uditive. Un esborso di poco superiore ai 5.600 euro, iva inclusa, a beneficio della cooperativa Sensoria. Le sedute "segnate" andranno così ad aggiungersi alla diretta tv e agli streaming video e audio, in quest'ultimo caso disponibili anche per le commissioni. La decisione del Comune fa seguito a un ordine del giorno approvato all'unanimità proprio in sala rossa lo scorso 5 febbraio. Nella determina dirigenziale di assegnazione del servizio si stimano 48 sedute all'anno, circa una alla settimana, della durata media di quattro ore ciascuna. Di conseguenza, Palazzo Tursi sborserà circa 95 euro netti a consiglio, costo che motiva l'assegnazione diretta a Sensoria e non l'affidamento al Mercato elettronico della pubblica amministrazione, in cui il servizio più economico è offerto a 105 euro a seduta.

La traduzione in Lis avverrà in simultanea, con almeno due interpreti presenti per ogni consiglio che saranno ripresi dall'emittente televisiva aggiudicataria del servizio di trasmissione in diretta delle sedute. Nel contratto, previste anche alcune penali se Sensoria non dovesse svolgere al meglio il compito, con multe che variano dai 25 ai 100 euro in caso di ritardi o malfunzionamenti della traduzione.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati