SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


L'accessibilità, una responsabilità condivisa: al via “Padova per tutti”

Parte il progetto biennale promosso dall'associazione Vite in viaggio con Cospe onlis. In collaborazione con Csv Padova e alcune associazioni del territorio. Uno scambio di buone prassi e un percorso di progettazione partecipata, oltre a laboratori, formazione, concorsi ed eventi per una città accessibile

7 maggio 2019

ROMA – Realizzare una città per tutti, attraverso il lavoro di rete, la responsabilità condivisa e la progettazione partecipata: è l'obiettivo che si pone il progetto biennale “Padova per tutti”, promosso dall’associazione culturale Vite in Viaggio con Cospe onlus, in collaborazione con CSV Padova, Cooperativa sociale Polis Nova, IT.A.CA’ - Migranti e Viaggiatori - festival del turismo responsabile, Festival della lentezza, libreria Pangea, patrocinato dal Comune di Padova e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo nell'ambito del Bando Culturalmente 2017. Il progetto intende creare una collaborazione tra tutti gli attori sociali territoriali, nella gestione di buone prassi legate alla promozione di uno sviluppo sostenibile, accessibile e socialmente responsabile del territorio. Saranno quindi coinvolti l’amministrazione comunale, le associazioni culturali e per la difesa dei diritti delle persone con disabilità, l’Università degli Studi di Padova, le scuole, gli operatori turistici e i cittadini stessi.
 
Il primo anno sarà dedicato alla costruzione di un tavolo di lavoro sull'accessibilità e alla realizzazione di un laboratorio formativo di mappatura aperto alle realtà territoriali interessate per costruire una mappa che renda visibile un itinerario turistico accessibile. L’elaborato, insieme al calendario degli eventi, dei concorsi e degli appuntamenti, saranno inseriti all'interno del sito dedicato, che è già online. E’ inoltre in corso la prima parte del laboratorio di teatro-danza “Spettacoliamo”, con il gruppo di attori e danzatori con disabilità. A partire da settembre 2019 si attiveranno laboratori artistico-culturali e concorsi rivolti a studenti, giovani, persone con disabilità, operatori turistici e cittadinanza in generale.
 
Nel corso del secondo anno saranno organizzati un convegno regionale sull'accessibilità, durante il quale saranno presentati i risultati raggiunti dal tavolo di lavoro. Numerosi eventi del progetto saranno inoltre realizzati all’interno dell’edizione 2019 del Festival della Lentezza e edizione 2020 di IT.A.CÀ - Migranti e Viaggiatori- Festival del turismo responsabile, dedicato all’accessibilità.
 
“La nostra aspettativa è quella di sensibilizzare tutti gli attori sociali presenti nella città di Padova nei confronti del tema dell'accessibilità – dichiara Luca Lideo, presidente dell’associazione Vite in Viaggio, capofila del progetto - . La nostra associazione nasce dal Festival della Lentezza e crediamo che 'lentezza' significhi anche garantire a tutti, ciascuno con il proprio tempo, la possibilità di usufruire del patrimonio che ci circonda”.
 
Come spiega Sara Miotto di Cospe onlus, “le azioni proposte, in particolare il tavolo di lavoro e il laboratorio di mappatura che si avvieranno a maggio, nascono anche grazie all’esperienza maturata dalla rete IT.A.CÀ a Bologna, città ricca di progettualità sempre nuove volte a rendere accessibile e inclusivo il territorio metropolitano. Il laboratorio sarà un vero e proprio scambio con esperti bolognesi per portare a Padova, adattandole, le migliori esperienze di turismo inclusivo”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati