SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Salgono a 32 le stazioni lombarde con "sale blu" per disabili

Le ferrovie mettono a disposizione dei viaggiatori con disabilità e a ridotta mobilità servizi di assistenza in un circuito di 300 stazioni. Prendono oggi il via due nuovi scali lombardi serviti: Busto Arsizio e Porto Ceresio

18 gennaio 2019

MILANO - Salgono a 32 le stazioni ferroviarie gestite dalla Sala Blu di Milano Centrale di Rete ferroviaria italiana (Gruppo Fs). Con le "sale blu" Rfi mette a disposizione dei viaggiatori con disabilità e a ridotta mobilità servizi di assistenza in un circuito di 300 stazioni. Nel quadro dell'estensione del circuito di assistenza, prendono il via oggi due nuovi scali lombardi serviti: Busto Arsizio e Porto Ceresio. Un ulteriore segno dell'attenzione del Gruppo Fs verso le esigenze dei viaggiatori, con lo scopo di migliorare la qualità del viaggio e la vita di milioni di persone che ogni giorno utilizzano il treno per i propri spostamenti.
 
"L'ampliamento del circuito di assistenza delle Sale Blu ci permette di essere ancora più vicini alle persone che ogni giorno viaggiano a bordo dei nostri treni e transitano per le nostre stazioni- dichiara Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale di Fs- I viaggiatori e le loro esigenze sono al centro delle strategie e delle azioni del Gruppo Fs e siamo a lavoro per raggiungere standard sempre più elevati di qualità ed efficienza". Maurizio Gentile, amministratore delegato e direttore generale di Rfi sottolinea che oggi "sono 300 le stazioni, da Nord a Sud del Paese, che fanno parte del network delle Sale Blu nazionali", un servizio, "al quale si affianca il programma di interventi di natura strutturale e tecnologica che stiamo portando avanti nelle nostre stazioni per eliminare le barriere architettoniche e assicurare a tutti i viaggiatori autonomia negli spostamenti".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati