SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Abruzzo, Dimensione volontario: obiettivo turismo accessibile

Superare le criticità territoriali e soddisfare le esigenze di tutti i turisti e gli abitanti della zona, con una particolare attenzione alle persone con disabilità. È l'obiettivo di 'In...forma. Viaggio sociale’, il progetto promosso dall'associazione

4 dicembre 2018

ROMA - Superare le criticità territoriali e soddisfare le esigenze di tutti i turisti e gli abitanti della zona, con una particolare attenzione alle persone con disabilità. È l'obiettivo di 'In...forma. Viaggio sociale’, il progetto promosso dall'associazione Dimensione Volontario onlus e finanziato dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalla Regione Abruzzo per il turismo accessibile in tutto il territorio regionale, a partire dai comuni di Roseto degli Abruzzi e Pineto, in provincia di Teramo.
 
Agevolare chi ha difficoltà nel trascorrere un soggiorno nei comuni interessati, a causa di criticità strutturali e culturali; offrire una rete coordinata di operatori sociali e turistici, garantendo un soggiorno di qualità per tutti; illustrare la valenza economica del turismo accessibile agli operatori turistici. Sono i traguardi che l'iniziativa si propone di raggiungere, assieme all'intercettazione di nuovi turisti, all'aumento della produttività finanziaria e alla diffusione della cultura della disabilità. "Il nostro vero obiettivo- afferma Peppe Palermo, presidente dell'associazione Dimensione Volontario- è di offrire servizi adatti all'accoglienza dei disabili, che siano apprezzati anche da chi non ha alcuna disabilità perché ideati per soddisfare sì la comodità, ma anche la bellezza e il gusto".
 
Nel dettaglio, le attività previste sono: ricerca e analisi dei bisogni e dell'attuale ricettività sul territorio; costruzione di una rete territoriale operativa, che possa garantire risposte tempestive ai turisti; creazione di un portale web interattivo, capace di fornire soluzioni appropriate alle esigenze dei turisti attraverso la mappatura di luoghi e servizi effettuata dal team di progetto e fornita all'utente finale sulla base di criteri oggettivi (come misure, materiali, e così via); formazione all'accoglienza per il personale delle strutture turistiche aderenti alla rete territoriale; istruzione ad hoc per ragazzi con disabilità da impiegare come guide turistiche.
 
Il progetto avrà una durata di undici mesi, ma la sfida è garantire il servizio anche in seguito. Per riuscirci, gli organizzatori lanciano un appello ad associazioni di categoria e operatori del turismo operanti in tutta Italia, per la compilazione di un questionario in cui raccontare le loro esigenze rispetto al turismo accessibile e permettere così l'avvio di questo percorso.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati