SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


A Bari i migranti costruiscono rampe per i disabili

Una quindicina di migranti parteciperanno a "Le rampe del sorriso", iniziativa realizzata con la collaborazione dell'associazione di promozione sociale Lezzanzare e della cooperativa Zerobarriere. Il progetto è stato presentato stamane nella della giunta di Palazzo di città a Bari dall'associazione Help

15 novembre 2018

BARI - Costruiranno delle rampe per garantire l'accesso dei disabili nelle attività commerciali nel periodo natalizio e si faranno così parte attiva della comunità. Autori dei manufatti saranno una quindicina di migranti che partecipano a "Le rampe del sorriso", iniziativa realizzata con la collaborazione dell'associazione di promozione sociale Lezzanzare e della cooperativa Zerobarriere. Il progetto è stato presentato stamane nella della giunta di Palazzo di città a Bari dall'associazione HELP - assistenza e Tutela per Tutti, impegnata nell'accoglienza, assistenza e tutela di cittadini italiani e stranieri e nella promozione di esperienze di volontariato a supporto delle persone con disabilità. E grazie alla disponibilità di Ermanno Dammacco Mobili, che devolverà una percentuale degli incassi, di Frezza legnami, che donerà materiali di consumo e materie prime, e dell'ing. Marco Pellegrini che con l'ausilio del Rotary Club di Bari si occuperà della parte tecnica, a partire dal prossimo mese di dicembre si potrà rendere accessibili diverse attività commerciali del centro cittadino. Ad illustrare tutti i dettagli del progetto: Loredana Liso, presidente di Help; Alessandro Antonacci, presidente di Lezzanzare; Marco Livrea, presidente di Zerobarriere e consigliere delegato del sindaco per l'accessibilità urbana. Presenti anche gli assessori del Comune di Bari al Welfare Francesca Bottalico e allo Sviluppo economico, Carla Palone.
 
Il progetto è realizzato in collaborazione con una delle Case di comunità del Welfare comunale gestita dall'associazione Help. "I migranti - spiega Liso - si sono resi disponibili per assistere i disabili. Costruiranno delle rampe del sorriso durante il periodo natalizio per garantire l'accesso dei disabili nelle attività commerciali. I ragazzi sono una quindicina che stanno partecipando al progetto. Loro si sentono parte di una comunità”. Quello ideato, ha spiegato Antonacci, è una sorta di format "di welfare per privati. Abbiamo individuato un'azienda che devolverà soldi a villa Ata. Per questi tre mesi ci si scarica il cento per cento di quello che donano perché le rampe non possono essere messe in maniera fissa davanti ai negozi. Ci saranno degli adesivi per le attività. Il materiale di risulta - ha aggiunto - ci viene donato e abbiamo fatto da riciclo e inserimento sociale senza spendere un euro. I commercianti possono contattare noi o gli assessori Bottalico o Palone. Il tutto, ribadisco, è gratis".
 
Obiettivo principe dell'iniziativa è quindi "creare inclusione. Sia per i disabili che per gli immigrati. Le rampe - ha spiegato Livrea - sono state fatte dall'Associazione Help e da un gruppo di ragazzi di extracomunitari che devono essere inclusi nella società".
 
"L'idea è stata quella di coinvolgere migranti e persone in difficoltà che possono realizzare attività manuali come una falegnameria con l'associazione Help. L'obiettivo - ha concluso Botalico - è rendere accessibili le entrate nelle strutture. Fra qualche settimana presenteremo la città di Tutti, progetti di inclusione socio culturale per lavori di pubblica utilità”. Al termine della presentazione sono stati consegnati ad alcuni ragazzi migranti gli attestati del corso di base per assistenza al trasporto di persone con disabilità fisiche e gli attestati di partecipazione all'evento del Paratriathlon del 23 settembre scorso a Bari.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati