SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Accessibilità, il Lazio si arma contro le barriere: nasce il registro dei Peba

Accolto l'emendamento proposto dai Consiglieri regionali Lenori (Pd) e Capriccioli (+Europa), che chiedeva, su proposta dell'associazione Coscioni, la costituzione del primo Registro regionale per i Peba. Raccoglierà i Piano elaborati dai comuni e permetterà il monitoraggio degli interventi in essi previsti

21 settembre 2018

ROMA – Per superare le barriere, non basta avere un Peba: occorre anche metterlo in pratica. Oggi, nel Lazio, sarà più facile verificare che i comuni tengano fede agli impegni dichiarati nei loro Piani per il superamento delle barriere architettoniche: è stato infatti accolto l'emendamento proposto dai Consiglieri Regionali Marta Leonori (PD) e Alessandro Capriccioli (+Europa), relativo alla costituzione del primo Registro regionale per i PEBA in Regione Lazio. Un'iniziativa innescata dalla proposta dell'associazione Luca Coscioni, che “saluta con favore questa bellissima notizia, felici che la regione Lazio sia la prima ad ospitare questo registro, sperando che anche le altre regioni possano trarne il buon esempio”, ha dichiarato Filomena Gallo, segretario dell'associazione.
 
Il registro sarà tenuto presso l'Assessorato ai Lavori Pubblici e raccoglierà i Peba approvati dai Comuni, permettendo così di attivare il monitoraggio dei cronoprogrammi degli interventi previsti dai Piani. I Peba – lo ricordiamo – sono stati introdotti con l'articolo 32, comma 21 della legge n. 41 del 1986, e integrati con la legge 104 del 1992, che ne ha esteso l'ambito agli spazi urbani, con lo scopo di monitorare e superare le barriere architettoniche negli edifici e spazi pubblici.
“Tutto questo non sarebbe stato possibile senza l'impegno dei Consiglieri Leonori e Capriccioli, ma soprattutto grazie al lavoro che da anni Vittorio Ceradini, Membro di Giunta dell'Associazione Coscioni, porta avanti con un team di esperti per far adottare i PEBA in Italia”, conclude la Gallo.
 
Proprio Vittorio Ceradini ci tiene a precisare che “questa notizia arriva in un giorno speciale per l'associazione Luca Coscioni: il nuotatore disabile Salvatore Cimmino, nostro iscritto, era infatti in quello stesso momento impegnato nella quattordicesima tappa del 'giro del mondo a nuoto’ in Lazio (ben 53 km tra Ponza e Ventotene) proprio con l'intento di sensibilizzare i comuni ad adottare i Peba”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati