SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Turismi accessibili, è il momento dei premi. E dello studio

Venerdì 18 maggio la consegna dei riconoscimenti,nell'ambito del ciclo di seminari "Patrimonio culturale, parliamone", organizzato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell'Abruzzo, durante la prima sessione della giornata di studio "Il patrimonio culturale che accoglie tutti"

15 maggio 2018

ROMA – Si svolgerà venerdì 18 maggio ore 10:00), presso l'Università "G. d'Annunzio" di Chieti – Pescara (Piazza Trento e Trieste, Chieti), la cerimonia di premiazione del 3° premio nazionale "Turismi accessibili - Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere", ideato da Simona Petaccia (Giornalista e Presidente Diritti Diretti) e bandito da Diritti Diretti per far conoscere le buone pratiche sull'accessibilità e su chi ha prodotto sviluppo socio-economico unendo l'accessibilità ai concetti di appeal, innovazione, bellezza e/o sostenibilità.
 
La consegna dei riconoscimenti avverrà nell'ambito del ciclo di seminari "Patrimonio culturale, parliamone" organizzato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell'Abruzzo, durante la prima sessione della giornata di studio "Il patrimonio culturale che accoglie tutti" in programma presso il Museo Universitario dell'Università "G. d'Annunzio" di Chieti – Pescara in Piazza Trento e Trieste a Chieti.
 
A tale incontro parteciperanno rappresentanti del MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e saranno invitate autorità civili, militari e religiose. Alla cerimonia di premiazione, Diritti Diretti abbinerà un dibattito sul tema del turismo per tutti, in modo da mostrare a manager pubblici e privati come l'accessibilità possa migliorare un territorio e la sua offerta turistico-culturale. A conclusione, saranno consegnati sia il Premio del Pubblico sia il Premio degli Esperti 2018. “Siamo lieti di consegnare i nostri due riconoscimenti nell'ambito di un evento legato al nostro patrimonio culturale, in modo da poter sottolineare che rendere accessibile un luogo non significa deturparlo, ma valorizzarlo”, ha affermato Simona Petaccia.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati