SuperAbile







Barriere architettoniche, 180 milioni (in quattro anni) per eliminarle dagli edifici privati

Via libera della Conferenza unificata alla proposta di riparto: ora manca solo la firma del decreto interministeriale. Dopo 15 anni, viene dunque rifinanziata la legge 13 del 9 gennaio 1989. Delrio: “Con queste risorse riusciamo a rispondere in buona parte alle aspettative dei cittadini”

19 febbraio 2018

ROMA – Barriere architettoniche, approvato il riparto delle risorse: 180 milioni in quattro anni saranno assegnati alle ragioni per rendere possibile il superamento e l'eliminazione delle barriere negli edifici privati. La Conferenza unificata ha dato infatti parere positivo alla proposta di riparto, ora manca solo la firma del decreto interministeriale da parte del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Delrio di concerto con il ministro dell'Economia delle Finanze, Pier Carlo Padoan, e il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti.
 
Dopo 15 anni, viene dunque rifinanziata la legge 13 del 9 gennaio 1989, “Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati". Ora, il rifinanziamento è stato inserito nel Fondo investimenti, previsto dalla legge di Bilancio 2017.
 
"Questi fondi, molto attesi dalle Regioni e dai cittadini – spiega il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in una nota - coprono buona parte dei fabbisogni inevasi fino al 2017, segnalati negli ultimi mesi dalle Regioni al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”. Le Regioni ripartiranno a loro volta i finanziamenti ricevuti ai Comuni richiedenti, per contribuire alle spese dei privati cittadini. “Da quasi 15 anni la legge non veniva rifinanziata – ricorda il Delrio - Con queste risorse riusciamo a rispondere in buona parte alle aspettative dei cittadini di questi anni che ci sono stati segnalati dalle Regioni. E con le nuove risorse del Fondo Investimenti 2018 – assicura - riusciremo a breve a completare l'intero fabbisogno. Una risposta di giustizia e dovuta, vicina alle famiglie e ai
cittadini con difficoltà".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati