SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Pronto a salpare Elianto, il primo catamarano senza barriere

Realizzato nell’ambito del progetto “Sole senza frontiere”, delle onlus Handy Superabile e Cetus, il natante è completamente accessibile ed ecocompatibile. Può ospitare 16 persone, di cui una decina in sedia a ruote

2 ottobre 2017

ROMA – Si chiama Elianto ed è il primo catamarano senza barriere, capace di ospitare a bordo 16 persone, di cui una decina con sedia a ruote: il natante è stato realizzato per le onlus Handy superabile e Cetus, nell’ambito del progetto “Sole senza frontiere”. Accessibile ma anche ecocompatibile, visto che è costruito con materiali riciclati, dispone di eliche autoalimentata da pannelli fotovoltaici di ultima generazione, sollevatore per la balneazione delle persone con disabilità e di 4 camere di cui 2 dotate di servizi igienici attrezzati.
 
E’ stato costruito dall’azienda Marine Project di Viareggio ed uscito l'altro giorno dai cantieri Effebi di Overmarine group, è stato portato nei cantieri Seven Star, a Pisa ove saranno allestiti gli interni e fra circa un mese Elianto salperà di nuovo alla volta di Viareggio. A dicembre il varo. Tutto questo è stato possibile grazie al contributo delle Fondazioni CR di Lucca, Banca Monte di Lucca, CR di Volterra e banca Prossima e all’impegno di diversi partner della progettazione: Studio Romani Design, Studio ingegneria Reds, Marine Project srl) e scientifici (Cnr Infm, Università di Pisa).
 
Sarà impiegato per corsi di vela e progetti di ricerca con equipaggi formati anche da persone con diversa disabilità (che potranno conseguire anche la patente nautica), sarà usato anche come laboratorio per Università e centri di ricerca ed impiegato in tour nautici nei porti italiani e mediterranei, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’uso delle energie rinnovabili in barca e l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati