SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Mare per tutti. A Lido di Fermo una passerella e una sedia “speciale”

Il Rotary club ha donato una sedia Job, che accompagna le persone disabili in acqua, allo stabilimento Paradise Beach. L’impegno del territorio a rimuovere tutte le barriere

11 agosto 2017

ROMA Da oggi anche per Salvatore e tutti i disabili che vanno al mare al Paradise Beach di Lido di Fermo il mare è di nuovo vicino, grazie alla donazione del Rotary di Fermo che ha dotato lo stabilimento di una sedia Job, in grado di accompagnare persone con disabilità fin dentro l'acqua. Una richiesta che la titolare dello chalet, Daniela Borri, ha avanzato per i suoi clienti. Salvatore Maesano ha sollecitato la questione per amore del mare: ama il mare e vorrebbe anche bagnarsi in acqua quando fa troppo caldo, solo che per la sua carrozzina mancano almeno 5 metri di passerella e il mare è inaccessibile. “Vivo a Fermo da 23 anni, mi piace stare qui, mi trovo bene. Solo che troppo spesso ci sono luoghi inaccessibili, manca la cultura, manca la sensibilità. Solo la settimana scorsa è stato inaugurato qui il nuovo centro sociale e ho trovato già quattro barriere architettoniche, muretti, lampioni in mezzo al marciapiede, non ci posso andare nella sostanza. Questo passo avanti al Paradise parla di cultura, di sensibilità che va cambiando”.
 
Alla piccola cerimonia di consegna, come racconta Angelica Malvatani sulle pagine locali del Resto del Carlino, hanno partecipato gli assessori comunali Mirco Giampieri e Alessandro Ciarrocchi, oltre al a presidente del Rotary Silvana Zummo che si è detta onorata di poter dare il suo contributo: “Il nostro club è da sempre impegnato a sostenere i disabili, siamo sempre vicini all'associazione Liberi nel vento che garantisce lo sport per tutti, oggi portiamo il mare a portata di disabili, per dare loro sollievo e pari diritti”. Il Rotary avvia così un progetto che si svilupperà per fasi e che mira a dotare tutta la costa fermana di ausili per i disabili, intanto al Paradise la sedia è a disposizione di chiunque ne abbia bisogno.
 
“Abbiamo sempre fatto attenzione alle esigenze dei disabili - spiega la titolare dello chalet Daniela Borri - abbiamo realizzato piazzole e situazioni per farli stari più comodi possibile. Questo servizio ci qualifica ulteriormente, siamo felici di condividere con tutti i nostri amici un momento di vera festa”. Mirco Giampiero, assessore ai Servizi sociali, ha sottolineato: “Come amministrazione comunale siamo impegnati a garantire la più ampia accessibilità. Abbiamo fatto la pedana al teatro e sistemeremo giochi anche per ragazzi disabili. Abbiamo intenzione di attrezzare l'area demaniale qui vicina perché il mare possa essere per tutti, lavoriamo su questo davvero come Amministrazione comunale tutta”
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati