SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Selinunte, la denuncia di Rosaria: “Mare negato ai disabili”

Rosaria racconta le sue amarezze e le sue peripezie tra bagni negati o quasi ai disabili, nessuna passerella comunale, preriserva negata o quasi e tanti disagi

20 luglio 2017

PALERMO - “Sono una portatrice di handicap, nei giorni scorsi sono arrivata da Palermo nella mia amata Selinunte. Convinta di poter fare il mio primo bagno, vado al lido Tuke, adiacente al porticciolo, che, negli ultimi anni, è l’unico posto dove posso accedere, considerate le mie difficoltà motorie”. Così inizia il suo racconto Rosaria Errante Parrino, riportato in queste ore dai social e portali locali. Rosaria racconta le sue amarezze e le sue peripezie tra bagni negati o quasi ai disabili, nessuna passerella comunale, preriserva negata o quasi e tanti disagi.
 
Prosegue Rosaria: “Quel giorno il mare è un po’ mosso. Allora vedo che in mezzo ai due moli il mare è calmo, così mi avvio verso la passerella attigua, ma, con disappunto, noto una staccionata che chiude l’accesso al mare. Manca un passaggio adeguato e tra il molo e la spiaggia vi è un dislivello di un metro circa, volgo lo sguardo ai gradini di legno, ma non esiste un passamano e comunque è lontano dal mare. Arrabbiatissima e indignata per l’apatia che circonda Selinunte, telefono a qualcuno di mia conoscenza ed esterno la mia rabbia. Mi dicono – conclude amaramente - che l’ufficio competente del Comune di Castelvetrano non ha fatto domanda al demanio per l’accesso al mare”.
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati