SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Palermo, vigili in azione per rendere “liberi” i disabili

Azione della Polizia municipale in collaborazione con l’Associazione Siciliana Medullolesi Spinali: nelle vie centrali sanzionati chi occupa posti riservati o sosta su marciapiedi e scivoli. Elevate 42 sanzioni. Il sindaco Orlando: “Non si viola solo la legge ma anche e soprattutto i diritti di altri cittadini”

16 giugno 2017

PALERMO - Continua  “Liberi”, la campagna di sensibilizzazione messa in atto dal Comando di Polizia Municipale insieme all'ASMS (Associazione Siciliana Medullolesi Spinali), per attirare l'attenzione del cittadino verso le esigenze di mobilità delle fasce deboli, dei diversamente abili, delle donne con bambini e degli anziani.
 
Nella giornata di ieri, partendo da viale Campania, i rappresentanti in carrozzina dell’associazione, insieme ai vigili, hanno percorso le vie  De Gasperi, Ausonia, Briuccia, Strasburgo ed Emilia, per verificare il rispetto del Codice della strada e sensibilizzare la cittadinanza sul tema. Il tutto raccontato in un video.
 
I posti auto, riservati ai portatori di handicap ma occupati da chi non ne ha diritto, la sosta davanti a scivoli e marciapiedi, costituiscono delle barriere insormontabili che peggiorano le condizioni di vita delle persone con disabilità, ma sono un ostacolo anche per i pedoni in genere.
 
Il bilancio finale, ha fatto registrare  42 sanzioni elevate per sosta vietata sui marciapiedi, negli scivoli o raccordi dei marciapiedi, alla fermate del bus, posti H occupati senza pass, corrispondenza d’incrocio e soste non parallele al marciapiedi.
 
Tale attività è giornalmente perseguita dalla Polizia Municipale ma l’obiettivo della campagna, che continuerà con cadenza settimanale, è di realizzare un cambiamento culturale; occupare un posto riservato ai disabili non vuol dire soltanto violare il codice della strada, ma peggiorare le condizioni di vita delle persone con ridotta mobilità.
 
"E' importante – dichiara il Sindaco Leoluca Orlando - che tutti comprendano che la violazione del Codice della strada non è soltanto una violazione della legge ma anche e soprattutto la violazione dei diritti di altri cittadini, di altre persone che hanno come tutti il diritto alla mobilità e alla possibilità di poter vivere autonomamente la città. Speriamo che l'unione di sanzione e sensibilizzazione ottenga il risultato di spingere i nostri concittadini ad una maggiore attenzione ai diritti di tutti".
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati