SuperAbile






In Accessibilità

Notizie


Il “mobile banking” vocale, che parla a chi non può vedere

Iniziativa di UniCredit, che rilascia un aggiornamento dell'app compatibile con VoiceOver: in questo modo, ciò che appare sullo schermo, o si trova a contatto con il dito, viene descritto vocalmente, insieme alle opzioni del menù e le informazioni disponbili

23 gennaio 2017

ROMA – Un “mobile bannking” accessibile, perché parla a chi non può vedere: è la novità contenuta nell'app appena rilasciata da UniCredit, grazie alla compatibilità con VoiceOver. L’ultimo aggiornamento disponibile per gli smartphone è quindi utilizzabile anche da utenti non ciechi o ipovedenti. La funzionalità VoiceOver offre infatti una descrizione vocale di tutto ciò che appare sullo schermo e di ciò che si trova a contatto con il dito. Basta attivare tale funzionalità sullo smartphone e, in automatico, l’app Mobile Banking di UniCredit scandirà vocalmente le opzioni del menù e le informazioni disponibili, rendendole leggibili anche a chi ha problemi di vista.
Questo aggiornamento dell'app è stato possibile grazie alla collaborazione di dipendenti non vedenti e ipovedenti della banca. Questo progetto si aggiunge ad altre iniziative di “accessibilità” della stessa banca, come la possibilità, per i clienti sordi, di richiedere su appuntamento consulenza nelle agenzie UniCredit con il supporto di interpreti della lingua italiana dei segni (LIS) collegati in remoto; o l’erogazione di corsi di educazione bancaria e finanziaria specificamente pensati per utenti con disabilità visiva o uditiva. Sono inoltre attivi 2 mila bancomat con sintesi vocale. L’app Mobile Banking di UniCredit è disponibile gratuitamente sugli store online in versione iOS, Android e Windows Phone.  

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati