SuperAbile


English version

ExpoSanità, Bologna (Quartiere Fieristico) 21-24 Maggio 2014


Benvenuto nella comunità di SuperAbile. Accedi alle tue aree personalizzabili

SuperAbile regionale

SUPERABILE MULTIMEDIA

COMMUNITY

Per saperne di più

INAIL Protesi Riabilitazione e Reinserimento

Inail per l'integrazione delle persone straniere

Call Center

Contatta Superabile

Logo accessibilità


Superabilex

Pensione di invalidità e superamento del tetto di reddito stabilito

DOMANDA

Mi chiamo Dania, sono una ragazza disabile che riceve assegno di invalidita civile + accompagno, ho la fortuna di svolgere un lavoro part-time e qualche giorno fa ho ricevuto il CUD dal mio datore di lavoro. Con mia grossa sorpresa ho visto che per l?anno 2006 ho superato (di soli 9 euro!!!!!!!!) il reddito annuo per mantenere la pensione di invalidità. Vorrei sapere come mi devo comportare: se tale pensione mi verrà revocata, se dovrò fare rapida comunicazione all?INPS o se posso stare tranquilla essendo la somma superiore di solo qualche euro.


RISPOSTA

Gentile utente
la normativa vigente prevede che per la erogazione della pensione agli invalidi civili totali è richiesto che gli interessati si trovino in stato di bisogno economico, che viene rapportato all?Imposta sui Redditi delle PErsone Fisiche (IRPEF), prendendo in considerazione solo il reddito personale del richiedente (art. 14-septies Legge n. 33/1980).
Pertanto, per avere diritto alla pensione d?invalidità, all?assegno mensile e all?indennità di frequenza non bisogna superare un determinato limite di reddito stabilito annualmente dalla relativa normativa.
Per questo motivo, ogni anno viene fatta la dichiarazione delle condizioni reddituali, al fine verificare la persistenza dei requisiti previsti per il diritto a percepire il beneficio economico soggetto a limite di reddito, così come l?obbligo di sottoscrivere la dichiarazione di responsabilità, che attesti la sussistenza o meno di ricovero per coloro ai quali è stata concessa l?indennità di accompagnamento.
La dichiarazione dei limiti reddituali deve essere fatta presentando l?apposito modello, inviato dall?INPS, entro marzo/aprile di ogni anno.
L?aumento del reddito, cioè il venir meno del requisito economico, deve essere denunciato dallo stesso interessato, il quale nella domanda di pensione inizialmente compilata si assume l?obbligo di comunicare agli Organi competenti ogni variazione, che dovesse sopraggiungere nella propria condizione reddituale. Infatti, al momento di trasmissione dei propri dati all?INPS, dopo l?accertamento dell?invalidità civile, al fine di ottenere le provvidenze economiche, il beneficiario si impegna a comunicare entro 30 giorni dal suo verificarsi, qualsiasi variazione riguardante, fra l?altro, la sua situazione reddituale.
Nel caso che, nel corso dell?erogazione della provvidenza, il requisito economico venga meno (cioè si verifichi il superamento del reddito stabilito), è disposta la revoca della pensione, con il relativo recupero delle somme che risultassero indebitamente percepite (ossia quelle che sono state erogate successivamente alla data, nella quale si è verificato il superamento reddituale).
La sospensione della pensione di invalidità civile per superamento dei limiti reddituali può essere ripristinata in seguito, nell?eventualità che subentri una variazione delle condizioni economiche, che permetta di entrare nuovamente nei limiti di legge previsti.
L?interessato potrà, in questo caso, richiedere il ripristino della provvidenza con nuova domanda corredata dalla dichiarazione idonea a dimostrare il rientro nei limiti di reddito per l?anno desiderato.
Le suggeriamo di contattare un Ufficio del CAF per la dichiarazione e una possibile consulenza. Inoltre, possono effettuare la trasmissioni dei dati all?INPS per via telematica. Altrimenti, la modulistica può essere presentata personalmente alla sede INPS territorialmente competente.

Calcolo del reddito personale
Si considera il limite di reddito relativo all?anno in cui la pensione deve essere corrisposta e si confronta tale limite con i redditi percepiti dall?interessato nell?anno precedente.



Riferimenti Normativi 

- Messaggio INPS - Direzione Centrale Prestazioni 2 luglio 2004, n. 20902, ?Revoche e sospensioni per motivi reddituali delle provvidenze di invalidità civile?

- Messaggio INPS - Direzione Centrale Prestazioni 2 luglio 2004, n. 20901, ?Revoche e sospensioni delle provvidenze delle invalidità civili. Messaggio n. 020583 del 30/6/2004

- Messaggio INPS - Direzione Centrale Prestazioni 14 giugno 2004, n. 18703, ?Revoche e sospensioni per motivi reddituali delle provvidenze di invalidità civile?


(21 Maggio 2007)