SuperAbile


English version


Benvenuto nella comunità di SuperAbile. Accedi alle tue aree personalizzabili

SuperAbile regionale

SUPERABILE MULTIMEDIA

COMMUNITY

Per saperne di più

INAIL Protesi Riabilitazione e Reinserimento

Inail per l'integrazione delle persone straniere

Call Center

Contatta Superabile

Logo accessibilità


News

Legge 104/92, ne beneficiano 529 mila lavoratori: quelli pubblici cinque volte più dei privati

Il governo con la legge di stabilità cambia le regole per i lavoratori pubblici che assistono parenti disabili. SuperAbile è in grado di pubblicare i dati che, per la prima volta, illustrano il quadro di chi ne usufruisce: sono oltre mezzo milione di lavoratori, 285mila privati e 244mila pubblici. Ma se fra i primi la usa l'1,4%, fra i secondi la cifra sale fino al 7,4%. E in singoli settori, come la scuola nelle regioni del sud, un insegnante su due gode dei permessi

madre e figlio autistico

ROMA - Sono 529 mila i lavoratori italiani che, tra settore pubblico (244 mila) e privato (285 mila), usufruiscono dei benefici della legge 104/92, grazie ai quali ci si può assentare dal lavoro fino a tre giorni al mese per assistere i propri congiunti con disabilità certificata. Decisamente più consistente la fruizione della normativa nel settore pubblico, dove la percentuale di beneficiari è del 7,4 per cento (sui 3,3 milioni di dipendenti totali), mentre nel settore privato la percentuale dei beneficiari (su quasi 20 milioni di lavoratori) è di poco superiore a 1,43 per cento: oltre cinque volte di meno. Nella legge di stabilità licenziata ieri dal governo è prevista la riduzione del 50% della retribuzione relativa alle giornate di permesso ex lege 104/92 usufruite dai soli dipendenti pubblici. Dalla stretta saranno però esclusi coloro che usufruiscono dei permessi per se stessi, per i figli o per i coniugi; riguarderà cioè solo l'assistenza a genitori e altri parenti. Ma vediamo la situazione ricostruita con dati mai resi pubblici fino ad oggi.

Settore pubblico. Per quanto riguarda il pubblico, gli ultimi dati ufficiali (fonte: Ministero della funzione pubblica, "Fruizione dei permessi ex Fruizione dei permessi ex lege 104/92 - giugno 2011) si riferiscono al 2010 e parlano di 244.997 beneficiari: cioè, il 7,4 per cento dei 3.311.582 dipendenti del settore pubblico. 4.835.263 le giornate di permesso registrate, per un costo totale di 725.289.450 euro. Va precisato che il dato non è completo, in quanto tiene conto di 19.002 amministrazioni censite, su un totale di 25.179. Per quanto riguarda la tipologia di permesso, 27.229 lavoratori usufruiscono personalmente della 104 (cioè sono essi stessi disabili), mentre 217.912 ne usufruiscono per assistere parenti o affini e 1.034 hanno una "doppia 104", per se stessi e per un parente. Il comparto in cui si registra in assoluto la più elevata fruizione è la scuola (103.871 dipendenti beneficiari, pari ad oltre il 42 per cento), seguita dalle amministrazioni comunali (37.750), per un costo annuo, nei due comparti rispettivamente di 210.728.850 e 31.033.70 euro. Infine, le aree in cui si concentra maggiormente la richiesta di permessi ex lege 104/92 è il Sud (36,91%), seguita da Nord (34,86%) e Centro (28,23%): una tendenza particolarmente evidente nel comparto della scuola, dove al Sud ben il 47,44% dei dipendenti fruisce della legge, contro il 28% del Nord e il 24% del Centro.

Settore privato. Secondo i dati forniti in anteprima a SuperAbile dall'Inps, 285.185 lavoratori di aziende ed enti privati hanno usufruito, nel 2011, di permessi ex lege 104/92, pari all'1,43 per cento dei 19,9 milioni del settore. Di questi, 242.041 ha usufruito di permessi mensili di 3 giorni per l'assistenza di genitori e parenti disabili, 21.391 di permessi orari giornalieri per assistere minori disabili, mentre sono rispettivamente 26.449 e 14.946 i lavoratori disabili che hanno usufruito di permessi mensili di 3 giorni o di permessi orari giornalieri. 1.183, infine, i lavoratori in congedo parentale prolungato fino a 3 anni di vita del bambino disabile. La somma di queste singole voci è superiore al totale di 285.185 in virtù del fatto che ogni beneficiario può usufruire di più tipologie nel corso dello stesso anno.

Quale risparmio con la Legge di stabilità? E' impossibile calcolare, con i dati oggi disponibili, quale risparmio di spesa comporterà la misura prevista dal governo. Il dato dei 725 milioni riguardate la spesa per coprire le giornate di assenza dei lavoratori pubblici riguarda infatti tutti i tipi di assistenza, anche quelli che non sarebbero tagliati. Sarà possibile saperlo però tra pochi giorni, quando il ministero della Funzione pubblica renderà i dati relativi al 2011: "I nuovi dati conterranno anche la distinzione tra chi usufruisce della legge per assistere il coniuge, un figlio, i genitori o altri parenti - spiega Francesca Russo, direttore dell'Ufficio per l'informazione statistica e le banche dati istituzionali del dipartimento della Funzione Pubblica -. I dati relativi al 2011 non sono stati ancora pubblicati per problemi tecnici dovuti a migrazione di banche dati dal vecchio sistema al nuovo sistema "Perla Pa". Visti gli ultimi interventi normativi abbiamo comunque velocizzato gli interventi in modo tale da garantire una pubblicazione di tali dati entro martedì della prossima settimana in formato ‘open data' sul nostro sito web, anche ai fini di far comprendere meglio il fenomeno su cui impatterà la norma". (cl, ska)

(12 ottobre 2012)

Legge di stabilità, Anffas: "Seriamente preoccupati"

logo anffasLa onlus dei familiari di persone con disabilità intellettiva e relazionale: "Perché la razionalizzazione delle risorse deve sempre tradursi in minacce al rispetto dei diritti umani dei cittadini più vulnerabili?". E annuncia che in piazza il 31 ottobre ci sarà

Legge stabilità, l'associazione vittime di guerra: "Un insulto chiederci l'Irpef, è un oltraggio"

assistenza ad una persona anzianaL'associazione delle vittime civili di guerra sulla scelta del governo di tassare le pensioni di guerra: "La pensione ha da sempre natura risarcitoria e non reddituale". Al governo: "Chiarite". A Napolitano: "Mai una simile norma in Gazzetta Ufficiale"

Legge di stabilità, la lunga attesa del testo ufficiale: pensioni e legge 104/92 nel mirino

foglio di carta arrotolatoNon ancora disponibile il testo ufficiale del provvedimento licenziato dal Consiglio dei ministri: le associazioni attendono per un giudizio di merito ma intanto si preparano alla protesta. Due ipotesi in campo per la tassazione Irpef della pensione di invalidità: potrebbe scattare in presenza di un reddito complessivo superiore ai 15 mila euro. Stretta alla 104 per i lavoratori pubblici: giornate pagate al 50% se l'assistito non è un coniuge o un figlio

Legge di stabilità, sale la protesta. Dissensi anche dentro il governo

manifesto di protestaIl sottosegretario Guerra: "Questi provvedimenti estemporanei non li condivido". Giornata pagata a metà per il lavoratore che usufruisce d i permessi per assistere i disabili, a meno che non si tratti di coniuge o figlio

Legge di stabilità, stretta ai permessi legge 104 e Irpef per le pensioni di invalidità

alcuni ministri del Governo MontiDdl del governo: sopra i 15mila euro pensioni di invalidità e di guerra assoggettate all'imposta sui redditi. Cambiamenti in vista anche per la legge 104/92: giornata pagata a metà per il lavoratore che usufruisce dei permessi per assistere disabili, a meno che non si tratti di coniuge o figlio

Legge di stabilità, l'Ens: "Ennesimi sacrifici, penalizzati i più deboli"

logo EnsPer il presidente Petrucci la stabilità del paese non si costruisce sui disabili e le famiglie: "Con le modifiche alla legge 104 si aggiunge un disagio economico a situazioni familiari già gravi". E sulle pensioni soggette ad Irpef: "Precedente gravissimo"

Legge di stabilità, la Fish: "Colpire permessi 104 è scelta banale, demagogica e inefficace"

monifestazione a MontecitorioPer il presidente Barbieri le decisioni del governo "annientano completamente le politiche sociali": critiche per i tagli alla sanità e agli enti locali: "Le persone stanno perdendo l'assistenza, il supporto e i servizi"

Legge di stabilità, Fish: "Gli enti locali non garantiranno più l'assistenza"

salvadanaio con poche moneteLa preoccupazione della Federazione per lo stanziamento per il Fondo nazionale politiche sociali di 273 milioni a fronte dei 435 del 2010. Il presidente Barbieri: "Se il governo non si fida di come le regioni spendono i soldi, faccia dei controlli"

Legge di stabilità, via libera della Camera allo stanziamento per i malati di Sla

montecitorio aulaA Montecitorio l’approvazione della legge di stabilità: un emendamento dell’ultima ora consente di dare il via allo stanziamento di cento milioni che saranno destinati alla ricerca e all’assistenza domiciliare per i malati di Sclerosi laterale amiotrofica. Martedì scorso il presidio sotto il ministero dell’Economia. La soddisfazione di “Viva la vita” e “Aisla”

Legge di stabilità, la Fish: “Si spazzano i tentativi di inclusione dei disabili”

monete Dura presa di posizione della Federazione superamento handicap, per la quale il testo all’esame della Camera rende definitivamente precarie le già critiche condizioni di vita di migliaia di persone: “Una combinazione esplosiva di tagli indiscriminati, è lo stop alla vita indipendente”

Tagli alla Legge 104: le reazioni di chi potrebbe sentirne il peso sulle proprie spalle

Sono i lavoratori pubblici che assistono parenti disabili, spesso genitori anziani, a manifestare il proprio risentimento per la norma annunciata. Due testimonianze e un'ipotesi di incostituzionalità