SuperAbile


English version


Benvenuto nella comunità di SuperAbile. Accedi alle tue aree personalizzabili

SuperAbile regionale

SUPERABILE MULTIMEDIA

COMMUNITY

Per saperne di più

INAIL Protesi Riabilitazione e Reinserimento

Inail per l'integrazione delle persone straniere

Call Center

Contatta Superabile

Logo accessibilità


Il punto

"Il vecchio e il nuovo", 50 anni di lavoro delle donne fra grandi conquiste e forti ostacoli

Presentato in tutta Italia in occasione della Festa della Donna lo studio del Gruppo Donne Anmil per le politiche femminili: come sono cambiati il lavoro e la tutela al femminile. Bettoni: "Maggior impegno e risorse per la prevenzione e la cultura della sicurezza"

donna anziana al pc, foto in bianco e nero

ROMA - Per richiamare l'attenzione sul mondo del lavoro al femminile e sulla tutela prevista per le donne che si infortunano a causa dell'attività lavorativa o rimangono permanentemente invalide anche per aver contratto una malattia professionale, il Gruppo Donne ANMIL per le Politiche Femminili ha promosso la realizzazione di uno studio dal titolo esplicativo: "Il vecchio e il nuovo - Vite di donne a confronto: come sono cambiati il lavoro e la tutela femminile negli ultimi 50 anni", curato da esperti in materia statistica e normativa che viene presentato in questi giorni in tutta Italia in occasione della Giornata della Donna 2016.

L'interessante excursus sull'evoluzione del fenomeno infortunistico al femminile negli ultimi 50 anni insieme a quello della tutela assicurativa, consente di comprendere quale direzione sia più opportuno imprimere al Testo Unico infortuni - che risale al 1965 e andrebbe interamente rivisto - alla luce delle mutate condizioni lavorative e delle esigenze di una società in cui il ruolo delle donne nell'economia diventa sempre più pregnante.

Valore aggiunto dello studio - che punta al miglioramento della qualità della vita delle famiglie italiane, nell'ambito delle quali diventa sempre più complessa per le donne la conciliazione tra le varie esigenze e il lavoro - è dato da alcune storie inserite nel volume di donne appartenenti alle diverse generazioni dell'ultimo cinquantennio, infortunatesi sul lavoro in lavorazioni e zone diverse del paese. Tra emozioni di vite reali, si comprenderanno così le differenti condizioni lavorative e di tutela di ieri e di oggi, per un'indagine conoscitiva inedita e scientifica allo stesso tempo sui cambiamenti del ruolo della donna in ambito lavorativo in mezzo secolo dal punto di vista normativo, statistico, psicologico e delle dinamiche sociali interagenti.

 "Parlare di queste tematiche e della loro evoluzione nel corso dell'ultimo cinquantennio significa - afferma il presidente Anmil Franco Bettoni - parlare delle profonde trasformazioni socioeconomiche che hanno portato una comunità ancora essenzialmente contadina ad una fortemente industrializzata per assumere infine i connotati di quella che comunemente viene indicata come una società altamente terziarizzata e tecnologicamente avanzata". "Da più di 70 anni - aggiunge - spingiamo con tutte le nostre forze il Parlamento, il Governo e l'Inail a superare la pubblica funzione meramente assicurativa, ereditata dalle vecchie strutture bancarie di fine Ottocento e, nell'interesse degli stessi datori di lavoro, ad orientare sempre maggior impegno e risorse verso la prevenzione e la cultura della sicurezza".

 "Stiamo vincendo - continua - anche la battaglia per tutelare le donne che lavorano dal dover subire passivamente, nella solitudine e nel silenzio, le violenze psicologiche di genere che le hanno tradizionalmente vessate: lo stalking, cioè molestie continuative gravi e assillanti, lo streaming, ovvero quelle azioni isolate ostili e stressanti, ed il mobbing, cioè il terrore psicologico sul luogo di lavoro, non vedono più le donne senza difesa e senza tutela. Il nostro auspicio - conclude - è che gli studi da noi condotti e tutte le iniziative realizzate a livello nazionale e sui territori contribuiscano a creare una maggiore consapevolezza sociale dei diritti che dovrebbero essere garantiti a tutti i cittadini, affinché la nostra Associazione, riesca a far sentire la sua forza per ottenerne il loro riconoscimento.

(8 marzo 2016)

Cinquanta anni di lavoro al femminile: grandi conquiste, ma ancora forti ostacoli

donna che lavoraSintesi dello studio "Il vecchio e il nuovo" realizzato dall'Anmil. Dal 1965 ad oggi la donna ha ottenuto inoltre grandi conquiste, rafforzando il proprio ruolo sia sul piano dei diritti sia su quello sociale, economico e lavorativo. Restano tuttavia, ancora oggi, molti gap e forti ostacoli al raggiungimento di una piena ed effettiva parità di genere