SuperAbile


English version


Benvenuto nella comunità di SuperAbile. Accedi alle tue aree personalizzabili

SuperAbile regionale

SUPERABILE MULTIMEDIA

COMMUNITY

Per saperne di più

INAIL Protesi Riabilitazione e Reinserimento

Inail per l'integrazione delle persone straniere

Call Center

Contatta Superabile

Logo accessibilità


Agevolazioni Lavorative

Congedo straordinario retribuito - Incidenza su ferie - tredicesima - TFR e permessi non retribuiti

Congedo straordinario retribuito - Incidenza su ferie - tredicesima - TFR e permessi non retribuiti

(D.Lgs 151/2001 art.42)

Il comma 5-quinquies del novellato articolo 42 del D.Lgs 151/2001, chiarisce in modo inequivoco quanto già precedentemente previsto, che durante la fruizione del congedo straordinario retribuito non maturano ferie, tredicesima mensilità e trattamento di fine rapporto.

Si tratta in sostanza di una conferma di quanto già precedentemente riportato dall'inpdap  nell'informativa 30/2003, dove si leggeva che (punto b 1 e 2): "Il congedo non ha effetto sulla tredicesima mensilità e sulle ferie. Infatti, sul punto, deve ritenersi applicabile alla fattispecie l'art.34, comma 5, del D.Lgs 151/2001, espressamente richiamato dall'art.43 dello stesso decreto legislativo (norma di chiusura dell'intero capo VI, attinente la materia dei riposi e dei permessi), che estende, in tal modo, a tale ambito la regola propria dei congedi parentali, secondo la quale questi ultimi non producono effetti ai fini della maturazione delle ferie e della tredicesima mensilità;

Il congedo, utile ai fini del trattamento di quiescenza, non è invece valutabile né ai fini del trattamento di fine servizio (indennità premio di servizio ed indennità di buonuscita) né del TFR (Circolare n. 11 del 12 marzo 2001 della Direzione Centrale Prestazioni Previdenziali)".

Anche nella successiva circolare inpdap 31 del 12 maggio 2004 dove si leggeva che il congedo straordinario incide negativamente ai fini della maturazione delle ferie salvo diversa previsione contrattuale.

Nella circolare 22 del 28 dicembre 2011 l'inpdap conferma quanto sopra e chiarisce che diversamente dal congedo straordinario di cui stiamo trattando, per i permessi e i riposi per l'assistenza ai figli con handicap grave, viene riconosciuto un trattamento differente, e in questi casi non vi è riduzione di ferie e tredicesima mensilità (punto 9) : ai riposi e ai permessi 104 "(cfr. per consolidato orientamento - parere del Ministero del Lavoro del 5 maggio 2004; circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica 208 del 8 marzo 2005 - non riducono né ferie né tredicesima mensilità)".

La circolare INPDAP n. 22 del 28 dicembre 2011, sul diverso trattamento tra congedo e permessi in tema di ferie e 13° mensilità, richiama il parere del Consiglio di Stato n. 3389 del 2005 dove si rileva che il congedo ed i permessi, pur avendo una comune finalità sociale hanno natura diversa. Infatti, mentre nel caso del congedo si configura una totale "sospensione" dell'attività lavorativa che riprende al termine del periodo di congedo, i permessi costituiscono assenze temporanee limitate e brevi.

Anche nelle più recenti circolari Inps 32 del 6 marzo 2012 e Dipartimento Funzione Pubblica 1 del 3 febbraio 2012, si esprimono in modo unanime sull'argomento e chiariscono inoltre che i periodi di congedo straordinario, sono coperti da contribuzione figurativa e pertanto sono valevoli ai fini del calcolo dell'anzianità assicurativa.

Maturazione di permessi non retribuiti

Sia inps (circ. 32/2012) che Dipartimento della Funzione pubblica (circ. 1/2012) e precedentemente inpdap con circolare 22 del 28 dicembre 2011, recepiscono una ulteriore novità introdotta dal Decreto legislativo 119/2011 e contenuta nel comma 5 quater dell'art. 42 del D.Lgs 151/2001, ovvero che il lavoratore dipendente, nel caso in cui usufruisce del congedo straordinario per un periodo continuativo non superiore a sei mesi, matura il diritto a fruire di permessi non retribuiti in misura pari al numero dei giorni di congedo ordinario (leggi ferie N.d.A.) che avrebbe maturato nello stesso arco di tempo lavorativo, senza il riconoscimento del diritto a contribuzione figurativa.

Normativa di riferimento

-      Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 - "Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53" (art. 42 - comma 5-quinquies).

-      Informativa INPDAP 21 luglio 2003, n. 30 - Direzione Centrale delle Entrate Uff. II  Normativa - "Art. 42, comma 3, del D.Lgs. n. 151/2001."

-      Parere Ministero del Lavoro delle Politiche Sociali 5 maggio 2004 - "Influenza dei permessi ex art. 33 della Legge n. 104/92 sulla 13° mensilità e sulle ferie spettanti."

-      Circolare INPDAP 12 maggio 2004, n. 31 - Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell'Amministrazione Pubblica - Direzione Centrale delle Entrate, Ufficio II - "Legge 24.12.2003 n. 350, art. 3, comma 106. Congedo per l'assistenza ai disabili."

-      Circolare Dipartimento Funzione Pubblica del 8 marzo 2005, n. 208 - "permessi retribuiti di cui all'art. 33, commi 2 e 3 della legge n. 104/92".

-      Decreto Legislativo 18 luglio 2011, n. 119 - "Attuazione dell'articolo 23 della legge 4 novembre 2010, n. 183, recante delega al Governo per il riordino della normativa in materia di congedi, aspettative e permessi." (comma 5-quinquies art. 4).

-      Circolare INPDAP 28 dicembre 2011, n. 22 - "Art. 42, commi da 5 a 5-quinquies, del decreto legislativo 151/2001 - Retribuzione e copertura contributiva per periodi di congedo riconosciuti in favore dei familiari di portatori di handicap. Chiarimenti".

-      Circolare Dipartimento Funzione Pubblica 3 febbraio 2012, n. 1 - "Modifiche alla disciplina in materia di permessi e congedi per l'assistenza alle persone con disabilità - d.lgs. 18 luglio 2011, n.119"

-      Circolare INPS 6 Marzo 2012, n. 32 - "Decreto legislativo n. 119 del 18 luglio 2011. "Attuazione dell'articolo 23 della legge 4 novembre 2010, n. 183, recante delega al Governo per il riordino della normativa in materia di congedi, aspettative e permessi". Modifica alla disciplina  in materia di congedi e permessi per l'assistenza a disabili in situazione di gravità.

 

Aggiornata al: 18/5/2012